Idea & Sviluppo

Come nasce l’idea di Gigi Salamone, con doverosa premessa..

Molti opportunisti ed affaristi, che poco interesse hanno nel valorizzare l’artigianato, hanno in questi anni, copiato e sbeffeggiato, queste combinazioni di colori ed i nostri artisti dei carretti e delle decorazioni popolari Siciliane, senza mai dare loro il dovuto rilievo ed importanza, applicando disegni in riproduzioni industriali di stoffe, vestiti o pezzi di cucina.

L’incontro con un mio professore di Liceo

Rividi, dopo tanti anni passati fuori dalla mia Palermo, Ubaldo Castrovinci uno dei miei professori al Liceo Artistico di Palermo, indimenticabile figura, perché allora fù pioniere, nell’insegnare “IL DESIGN” .

Mi disse che finalmente era riuscito a completare una sua opera letteraria e grafica, parlando e descrivendo con tavole grafiche e dettagli al millesimo, il nostro CARRETTO SICILIANO. “L’architettura del carretto siciliano” di Ubaldo Castrovinci e Mario Cuccia.

Praticamente una visione di assieme, di come si costruisce un carretto Siciliano, la sua progettazione secondo l’uso che se ne farà, la bellezza che si vorrà mettere in mostra se solo colorato o con legno inciso, gli artigiani, i mastri d’ascia ed i fabbri ferrai che ci lavoreranno, il o i pittori che andranno ad abbellirlo, descrivendone in grafica naif le scene di vincita dei Paladini di Francia o semplicemente usando grafiche colorate.

“Masciddaru” – pronto per la pitturazione
Dettaglio Piano di carico e masciddaturu di carretto Palermitano/Trapanese

la lampadina

Una fusione di colori, stili e continua ricerca, secondo me, oggi al massimo della sua evoluzione, che di fatto rappresenta i colori della Sicilia, colori netti, forti, vivi, con poche sfumature ma con tanti contrasti, il misto di arabo-normanno e barocco in tutte le sue applicazioni, praticamente il carattere sfaccettato del Popolo Siciliano.

.

Miscelare idea, materie ed artigiani   

La prime cose che si apprezzano guardando i carretti Siciliani o dei banchi di esposizione di “Calia e Simenza” sono icolori e le bardature.

Le superfici modellate “colorate” con disegni che vanno dal geometrico al libero disegno, per abbellire un mezzo in movimento oppure un punto di esposizione per renderlo unico, il più bello, il più ammirato, una vetrina statica o mobile, carretti come mezzo di trasporto o da passeggio, quello che oggi potremmo ridefinire nelle nostre autovetture moderne Wrapping o custom-made

Dettaglio Freno ruota in carretto Palermitano/Trapanese

Disegno e ricerca dei decori.

Questa prima serie denominata KDS (Kactus Design Studio)  e viene espressa in 3 varianti (pattern) usando smalti ceramici a colore pieno. 

Come fare ?

Per il supporto, elementi in acciaio verniciati a polvere di colore rosso/nero ottime per uso interno ed esterno. 

Per il piano, rimanendo nell’uso di prodotti solidi Siciliani, viene usato un piano rotondo di 40 cm in pietra lavica dell’Etna, successivamente decorato a mano e cotto a circa mille gradi centigradi, suggerito l’uso per tavolino da caffè o parte del salotto.

Progetto KDS 01 – Disegno – Piano con base B00 in bianco

Disegno e ricerca dei decori.

Questa prima serie denominata KDS -KDS -Kactus Design Studio – viene espressa in 3 varianti (pattern) usando smalti ceramici a colore pieno. 

iCuluri e la serie KDS, sono un piccolo contributo alla continuazione di un ricordo di un arte decorativa, oramai poco applicata ai carretti e che sta andando in fase di estinzione, che nel tempo passato ha impegnato centinaia di veri artisti, legno, ferro, costruttori, dei quali hanno lasciato le proprie opere conosciute ai pochi, molti dei quali senza mai essere chiedere di diventare famosi.

Oggi rifacciamo gli stessi passi, selezionando la pietra lavica siciliana, la decoratrice, in questo caso l’insostituibile Valentina Polizzi, il fabbro ferraio trovato in Sergio ed il verniciatore con le sue polveri magiche resistenti alle intemperie.

Alcuni Maestri che hanno contribuito o a farmi vivere e creare iCuluri nelle sue forme: 

Professore ed Artista : Ubaldo Castrovinci 

Professore Artista e Ceramista  : Giovanni De Simone

Pittore Carretti : Domenico Di Mauro

Pittore Carretti : Damiano Rotella

Pittore Carretti : Nerina Chiarenza

Pittore Carretti : Tommaso e Felice Schiré

Incisore e Costruttore: Salvatore Sperandeo

Fotografo : Mario Cuccia

Professore ed Artista : Maurilio Catalano

Professore ed Artista : Toti Garraffa

Pittore : Salvo Caramagno

Link : https://www.siciliabella.eu/il-carretto-siciliano-quanta-strada.html

Link : https://www.siciliafan.it/carretto-siciliano-patrimonio-unesco/

Seguono l’opera dei pupi “patrimonio immateriale dell’umanità” dove ogni elemento del “PUPO” compresa la decorazione viene realizzato con materiali di recupero.

Puparo : Enzo Mancuso (Opera Pupi Carlo Magno)

Puparo : Mimmo Cuticchio – Figli d’Arte Cuticchio

Siminzaru : Giuseppe Accomando (Altavilla Milicia)

*****

How the idea of ​​Gigi Salamone was born, with due premise ..

Many opportunists and businessmen, who have little interest in enhancing craftsmanship, have copied and mocked these color combinations and our artists of Sicilian carts and popular decorations in recent years, without ever giving them the due importance and importance, applying designs in industrial reproductions of fabrics, clothes or kitchen pieces.

The meeting with a high school teacher of mine after many years spent outside my Palermo, Ubaldo Castrovinci saw one of my professors at the Liceo Artistico in Palermo, an unforgettable figure, because he was then a pioneer in teaching “DESIGN”.

He told me that he had finally managed to complete one of his literary and graphic works, speaking and describing our SICILIAN CART with graphics and thousandth details. “The architecture of the Sicilian cart” by Ubaldo Castrovinci and Mario Cuccia.

Practically an overview, of how a Sicilian cart is built, its design according to the use that will be made of it, the beauty that you will want to show off if only colored or with engraved wood, the craftsmen, the ax masters and the blacksmiths who will work on it, the painter or painters who will embellish it, describing the winning scenes of the Paladins of France in naive graphics or simply using colored graphics.

the light bulb

A fusion of colors, styles and continuous research, today in my opinion at the height of its evolution, which represents the colors of a Sicilian people, made of clean, strong, vivid colors, with few shades and with many contrasts, the mix of Arabic- Norman and Baroque in all its applications, practically the faceted character of the Sicilian.

Mixing idea, materials and craftsmen

The first things you appreciate looking at the Sicilian carts or the display stands of “Calia and Simenza” are the colors and the harnesses.

The “colored” patterned surfaces with designs ranging from geometric to free design, to embellish a moving vehicle or an exhibition point to make it unique, the most beautiful, the most admired, a static or mobile showcase, carts as a means of transport or walking, what we could redefine today in our modern Wrapping or custom-made cars

Design and search for decorations.

This first series called KDS (Kactus Design Studio) and is expressed in 3 variants (patterns) using full-color ceramic glazes.

How to do ?

For the support, red / black powder coated steel elements excellent for indoor and outdoor use.

For the top, remaining in the use of solid Sicilian products, a 40 cm round top in Etna lava stone is used, subsequently decorated by hand and cooked at about one thousand degrees centigrade, suggested for use as a coffee table or part of the living room.

Design and search for decorations.

This first series called KDS – Kactus Design Studio – is expressed in 3 variants (patterns) using full-color ceramic glazes.

iCuluri and the KDS series are a small contribution to the continuation of memory of decorative art, now little applied to carts and which is going into extinction, which in the past time has involved hundreds of real artists, wood, iron, builders, of which they have left their works known to the few, many of whom without ever being asked to become famous.

Some Masters who helped make “iCuluri live” or inspiration in its forms:

Video About Carretto in English by Alfred Zappala You, Me & Sicily